TRATTAMENTO CHIRURGICO

Il trattamento chirurgico della lesione del LCA consiste nella sua ricostruzione con un trapianto prelevato dallo stesso ginocchio o dal controlaterale; solitamente viene usata una parte del tendine rotuleo, o 2 tendini che sono situati nella parte mediale del ginocchio: semitendinoso e gracile; in certi casi può essere usato il tendine del quadricipite (posto sulla parte superiore del ginocchio) o raramente ed in casi particolari, trapianti da cadavere.
Il trapianto andrà a sostituire il LCA che non funziona più.
Una volta deciso di sottoporsi all’intervento chirurgico, bisognerà contattare un centro di Fisiokinesiterapia per iniziare, se le condizioni muscolare e articolare lo richiedono, il trattamento riabilitativo, che proseguirà poi nell’immediato post operatorio.

dottor_roberto_vianello_ginocchio_10
dottor_roberto_vianello_ginocchio_11

Ricostruzione con Tendine Rotuleo

Il tendine rotuleo collega la parte inferiore della rotula alla tibia, ha una larghezza di 3,5 – 4 cm. Attraverso una incisione verticale di 5 – 7 cm. sulla parte anteriore del ginocchio, si preleva la parte centrale del tendine (larghezza 10 mm.) con alle estremità 2 cilindri di osso delle dimensioni di circa 10 x 20 mm., uno staccato dalla rotula e l’altro dalla tibia. L’intervento prosegue sotto controllo artroscopico, utilizzando uno strumento luminoso a fibre ottiche, (artroscopio) delle dimensioni di una matita, collegato ad un televisore, che viene introdotto all’interno del ginocchio attraverso piccole incisioni cutanee di circa 4 mm.; vengono così trattate con piccoli strumenti eventuali lesioni meniscali (regolarizzazione o sutura) o cartilaginee.
Si eseguono poi 2 piccoli tunnels, uno nella tibia e uno nel femore, attraverso i quali il trapianto viene inserito all’interno del ginocchio: una estremità ossea sarà inserita nel tunnel femorale, l’altra in quello tibiale e il tendine andrà a sostituire così il vecchio legamento.
Una volta correttamente posizionato, il trapianto viene fissato con la giusta tensione al femore e alla tibia con mezzi di fissazione particolari o con viti che possono essere metalliche (necessitano di essere rimosse solo in rarissimi casi) o in materiale riassorbibile che nel giro di qualche tempo scompaiono.

dottor_roberto_vianello_ginocchio_12
dottor_roberto_vianello_ginocchio_13
dottor_roberto_vianello_ginocchio_14

Ricostruzione con tendini semitendinoso e gracile

I tendini dei muscoli semitendinoso e gracile provengono dalla superficie interna della coscia e si inseriscono sulla parte interna della tibia.
Il prelievo richiede una piccola incisione di 3-4 cm. sulla parte interna del ginocchio a livello della tibia. L’intervento chirurgico è del tutto analogo a quello con tendinerotuleo.

Il successo nella chirurgia di ricostruzione del LCA dipende da:

  • Una buona preparazione psico fisica del paziente
  • Dall’intervento chirurgico
  • Da un adeguato trattamento riabilitativo
dottor_roberto_vianello_ginocchio_1